Alfabeto

testi di Salvatore Smedile

regia di Alberto Valente

in scena: Rita Aleo, Siria Capellano, Sannio Giordano, Gabriele Iuliano, Giulio Paiuzza, Lorenzo Gai

Alfabeto attraversa le ventuno parole del libro Alfabeti di (Edizioni Arca 2017, a cura di Salvatore Smedile e Alberto Valente). È la storia di un’anima che si perde e si ritrova nella ricerca del proprio corpo. Ricordi e prospettive future si rincorrono e creano uno stato performativo dove sogno e realtà costituiscono lo stesso movimento psicofisico. La scena è accompagnata dalle parole proiettate dell’alfabeto che scandiscono il flusso temporale come un racconto parallelo che, oltre a sostenere la dinamica narrativa, ha un valore autonomo. Lo spettacolo è un’opera aperta e ha un dichiarato intento sociale: trasmettere ad altri il desiderio di rendere replicabile un’esperienza nata in un contesto di differente abilità. Ogni alfabeto, sia in chi lo agisce e sia in chi vi partecipa come spettatore, diventa un evento moltiplicatore di senso che a nostra insaputa trasforma il nostro mondo interiore.

 

 

Alfabeto spettacolo: foto di Reves Pagano

Alfabeto, foto di Reves Pagano

A4

A5

A6

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s